Menu Chiudi

Categoria: Sistemi di automazione

L’Università Complutense di Madrid sceglie OCLC WorldShare Management Services

L’Università Complutense di Madrid, una delle più antiche università del mondo e tra le migliori università in Spagna, utilizza ora OCLC WorldShare Management Services come sistema di gestione delle biblioteche.

“WMS consentirà a UCM di connettersi, innovare e cooperare con biblioteche di altre istituzioni attraverso una soluzione integrata offrendo contenuti scientifici digitali e fisici”, ha affermato Andoni Calderón, direttore della biblioteca presso l’Università Complutense di Madrid. “Ci aspettiamo che WMS aumenti l’efficienza del nostro personale, migliori per gli utenti l’accesso alle risorse e offra l’opportunità di condividere il nostro lavoro attraverso questo innovativo sistema basato su cloud”.

Leggi la notizia completa qui (in inglese): https://www.oclc.org/en/news/releases/2018/20180719-complutense-madrid-live-worldshare-management-services.html

Aperto il portale Syndeo di OCLC

E’ disponibile il nuovo portale di OCLC dedicato a Syndeo.

Syndeo è la nuova versione dell’applicativo CBS che OCLC sta utilizzando in alcuni tra i suoi più recenti grandi progetti di rete nazionale.
Tra essi ricordiamo: Library and Archives Canada, UKB National Information Infrastructure in Olanda, il South African National Union Catalog, la piattaforma web Swissbib comprendente tutte le università svizzere, il progetto francese per Sudoc/ABES, l’Australian National Bibliographic Database (ANBD) e infine il progetto in corso con Jisc per il National Bibliographic Knowledgebase in Gran Bretagna.

Dal nuovo portale potrete accedere ad ogni singolo progetto, alle caratteristiche tecniche di Syndeo e scaricare una brochure illustrativa.

Nasce l’UK National Bibliographic Knowledgebase (NBK)

Dopo ben 36 mesi di lavoro e 4 diverse fasi di gara OCLC ha vinto l’assegnazione da parte del JISC dell’incarico per la creazione del NBK (National Bibliographic Knowledgebase)

“The NBK will be a genuine knowledgebase combining information from various sources to tackle the collection management challenges facing UK academic institutions. We are working closely with RLUK, SCONUL, The British Library, individual representatives from academic libraries, publishers, licensing organisations and service providers to try and really think through how to realise transformational change.”

Progetto JiscNBK

JISC (Joint Information Systems Committee) è un’organizzazione senza fini di lucro del Regno Unito il cui ruolo è quello di sostenere l’istruzione superiore e la ricerca, fornendo competenze, risorse digitali, tecnologie e servizi; sviluppare nuove tecnologie e metodi di lavoro. E’ finanziato da vari organi pubblici del Regno unito e da vari istituti di istruzione superiore.

Per maggiori informazioni sul progetto: https://www.oclc.org/en/news/releases/2017/201702sheffield.html

WorldShare Management Service all’Università di Delft

delftL’Università per le tecnologie di Delft ha installato WMS come nuovo sistema di automazione delle proprie biblioteche al posto del precedente Aleph di Ex-Libris.

L’Università di Delft nata nel 1842 con il nome di Accademia reale, poi trasformatasi in Politecnico nel 1864, in Istituto di Tecnologia nel 1905 e infine in Università tecnologica dal 1986, copre tutti i settori dell’innovazione tecnologica applicata all’ingegneria civile, aerospaziale e marittima, all’architettura, alle biotecnologie.
Serve una popolazione di oltre 23.000 tra studenti, ricercatori e docenti.

L’accesso a tutti i fondi della biblioteca e oltre (Worldcat) avviene tramite OCLC Discovery http://www.library.tudelft.nl/en/. La biblioteca è stata completamente rinnovata nel 2010.

Sale così a 128 il numero delle installazioni OCLC-WMS sostitutive di sw gestionali di Ex-Libris (92 Voyager e 36 Aleph) negli ultimi 5 anni.
Altre informazioni sulle migrazioni da altri prodotti verranno proposte in future news.

Press release completa.

delft lib