Mostre virtuali

Nel corso della lunga e proficua collaborazione, tuttora attiva, con la Biblioteca Medicea Laurenziana di Firenze, una delle più interessanti attività è stata quella delle mostre virtuali. Tali mostre, tuttora visibili dal sito della biblioteca si sono basate sull’utilizzo del sw di automazione Kentika e sulla corrispondete personalizzazione dei siti web relativi alle mostre stesse, disegnati in modo differenziato per ciascuna. Vi segnaliamo alcuni dei progetti di mostra virtuale che Ifnet ha realizzato.
Tutte le mostre sono accessibili anche da Internet culturale.

 

 

 

 

Il Poeta e il Tempo. La Biblioteca Laurenziana per Vittorio Alfieri (2003)
Mostra bibliografica e documentaria nella ricorrenza del bicentenario della morte del poeta e tragediografo Vittorio Alfieri. I momenti più significativi della creatività alfieriana sono documentati prima di tutto dagli autografi e da edizioni rare conservate presso istituzioni culturali italiane e straniere, ma anche, per quanto concerne la messa in scena delle tragedie, da documentazione fotografica, bozzetti e costumi. Il percorso espositivo virtuale segue quello della mostra relae con una selezione di pezzi e di relativi testi.

 

Seneca: una vicenda testuale (2004)

Mostra bibliografica sul grande filosofo e tragediografo nato a Cordova intorno agli inizi del secolo I d.C e morto suicida a Roma nel 65 d.C. Il percorso della mostra intende illustrare anche ad un pubblico di non specialisti l’importanza dell’uomo Seneca e della sua opera, specchio di un’età drammatica e ricca di contraddizioni, che ha conosciuto dalla stessa antichità sino al pieno Umanesimo una grande diffusione sia manoscritta che a stampa, sia in latino che in traduzione. I codici esposti (ca. 90) provengono oltre che dalla Biblioteca Medicea Laurenziana anche da prestigiose biblioteche italiane e straniere. Una sintesi interattiva del percorso espositivo, è accessibile via web sul sito della Biblioteca.

 

 

 

Leon Battista Alberti. La biblioteca di un umanista (2005)

La mostra illustra la figura di Leon Battista Alberti (1404-1472) come umanista, rapportando la sua esperienza architettonica e artistica e la sua vasta produzione letteraria ad un nucleo di sapere unitario e contemporaneamente multiforme. Il percorso espositivo, articolato in tre sezioni più un’area multimediale, ricostruisce il laboratorio intellettuale dell’Alberti, fatto di carte e libri, memorie, letture, strumenti tecnici e scientifici. Dal percorso espositivo emerge la figura originale e complessa di un umanista sui generis, di un intellettuale affascinato dagli studia humanitatis, ma al contempo perfettamente consapevole – e in questo singolarmente moderno – che accanto alle bonae artes e alle priscae latinae litterae erano egualmente importanti la conversazione civile, la compagnia degli amici, il rapporto con la natura, l’amore per gli animali e il lavoro sapiente degli artigiani. Per l’occasione sono esposti 95 manoscritti tra i quali sono compresi tutti gli autografi di Alberti, qui riuniti per la prima volta,(…) oltre all’unico disegno sinora noto di Alberti, conservato nella Biblioteca Medicea Laurenziana. La mostra è stata organizzata a sei secoli dalla nascita di Leon Battista Alberti (18 febbraio 1404).
Visitate il percorso espositivo virtuale.

 

Gregorio Magno e l’invenzione del medioevo (2006)

La mostra celebra il XIV centenario della morte di papa Gregorio Magno (il suo pontificato è compreso tra il 590 e il 604), uno dei maggiori scrittori dell’Italia altomedievale, che fu al centro della vita politica del tempo e che intrattenne rapporti con personaggi politici ed ecclesiastici in Oriente e Occidente. Esposti 38 manoscritti fra i più antichi e significativi sia per la storia del testo delle opere di Gregorio Magno, sia per l’iconografia gregoriana oltre che per la storia della miniatura nell’Europa medievale, concessi in prestito da biblioteche italiane e straniere. Il percorso espositivo si articola in due sezioni: la prima è dedicata alle opere di Gregorio, la seconda comprende le agiografie gregoriane.
Visitate il percorso espositivo virtuale.

 

Facebooktwittermail