Progetto Istituto degli innocenti di Firenze

L’Istituto degli Innocenti opera da quasi sei secoli a favore della famiglia e dell’infanzia. All’epoca in cui sorse, la prima metà del ‘400, rappresentò la prima istituzione, nel mondo allora conosciuto, esclusivamente dedicata all’assistenza dei bambini.

–> Breve nota storica

Anche la storia di questo articolato progetto nasce, per Ifnet, parecchi anni fa, nel 1998 e i suoi aspetti più interessanti sono stati sia quello dell’utilizzo dei nostri diversi sw in simultanea (Tinlib & Webif, poi EosWeb, Kentika e Lexicon) sia quello di lavorare in un ambiente fortemente personalizzato.

Infatti, a fianco della tradizionale gestione del materiale bibliografico, L’Istituto ha richiesto fin dall’inizio la costruzione di Banche dati speciali (Città sostenibili dei bambini e delle bambine, Progetti 285, etc.) e la definizione di potenti e personalizzati strumenti e percorsi di ricerca.

Come si legge sul sito dell’Istituto

L’Istituto è oggi un centro di servizi ed attività diversificate: gestisce servizi educativi e di accoglienza per bambini e per madri in difficoltà; svolge funzioni di documentazione, ricerca e formazione per il Governo italiano (www.minori.it) e per la Regione Toscana (www.minori.toscana.it); possiede un prezioso Archivio storico, la Biblioteca Innocenti Library A.C. Moro e un importante patrimonio artistico, che sarà reso maggiormente fruibile attraverso il nuovo Museo (MUDI).

 

(Ringraziamo la Dr.ssa Antonella Schena, responsabile della Biblioteca e dell’Archivio per la collaborazione offerta alla redazione di queste pagine)

 

Facebooktwittermail