Un po di storia …

Non è facile sintetizzare quasi 30 anni di attività in un settore come quello dell’informatica documentaria che ci ha visto continuamente progredire per offrire ai bibliotecari e documentalisti italiani soluzioni al passo coi tempi.

In sintesi:

  • la nostra storia inizia nel 1985 come IF (Informazione Facile) e con Tinlib, un programma inglese (sotto Ms-DOS)  ideato da Peter Noerr, ingegnere informatico già responsabile del British Library Computer Dept., fondatore della IME (Information Management & Engeenering) ; rappresentato in esclusiva per l’Italia sono oltre 150 le installazioni nel nostro paese in ogni regione e tipologia di biblioteca fino all’avvento della tecnologia Windows
  • nel 1992 IF diventa rappresentante esclusivo di OCLC (che in Europa aveva inaugurato la sua prima sede a Birmingham, UK) iniziando così a proporre la catalogazione derivata come metodo di lavoro rapido ed economico, i servizi online per accessi a banche dati e il servizio ILL (Prestito interbibliotecario) a livello mondiale .
  • nel 1994 è l’avvento del CD-Networking a segnare un altro punto saliente della nostra storia con la rappresentanza esclusiva per l’Italia di Ultranet CD/HD della società austriaca R-R Messtechnik di Graz
  • con la fusione, avvenuta nel 1996, tra IME e Datatrek (azienda americana dello stesso ambito) nasce EOSi di cui IF diventa la rappresentante esclusiva, garantendo così continuità alla propria utenza
  • nel 1997 con la fusione tra IF e Ifnia (società fiorentina specializzata in formazione, consulenza e thesauri) nasce Ifnet
  • a partire dal 1998 Ifnet inizia la sua collaborazione con la società francese GBConcept (Parigi) per la distribuzione esclusiva in Italia di Alexandrie, sw di automazione per piccole/medie biblioteche, sviluppato in ambiente Windows e Mac (su DBMS 4Dimension)
  • sempre a partire dal 1998 inizia il progetto di riordino e catalogazione della biblioteca privata di Lord Harold Acton per conto della NY University. Si tratta del primo progetto riguardante una biblioteca privata (oltre 12.000 volumi, riviste e materiale vario)
  • nel 1999 (aprile) apre il primo sito Web di Ifnet www.ifnet.it
  • con il sw Q-Series di EOSi vengono realizzate in Italia numerose installazioni significative per importanza e dimensione; in particolare nascono quattro grandi sistemi di biblioteche pubbliche in rete geografica intorno a Milano (Monza, Varese, Como, Abbiategrasso). La nascita e l’evoluzione del nuovo applicativo interamente web-based EosWeb vedrà il trasferimento di quasi tutte le installazioni su tale sw
  • nel 1999 inizia la collaborazione con GBConcept di Parigi per la distribuzione del sw Alexandrie, poi superato da Kentika
  • nell’arco di oltre 15 anni (1994-2010) si susseguono i progetti di conversione dati con l’utilizzo di OCLC (Microcon, Retrocon, Connexion); vengono convertiti complessivamente quasi 500.000 record in oltre 30 diverse istituzioni
  • tra il 2003 ed il 2006 vengono sviluppati numerosi progetti di Mostre virtuali in collaborazione e per conto della Biblioteca Medicea Laurenziana
  • dal 2007 inizia la distribuzione di Kentika, sw successore di Alexandrie, con il quale vengo sviluppati progetti importanti per alcune biblioteche quali la Casanatense di Roma e la Mediceo-Laurenziana di Firenze
  • nel 2008 parte per la Regione Toscana il primo progetto QuestionPoint in Italia, che coinvolge sull’area fiorentina biblioteche pubbliche e universitarie
  • nel 2009 in collaborazione con AM Image di Bologna viene dato il via allo sviluppo del swDRB (Digital Repository Biblioweb) una soluzione avanzatissima per la gestione di oggetti digitali, secondo gli standard nazionali ed internazionali  (MAG, METS)
  • 2010-11 viene interamente riscritto Lexicon, sw per la gestione di thesauri, disponibile ora in versione interamente web-based.
  • alla fine del 2011 viene pubblicato il nuovo sito web
  • il 2012 inizia con la firma del contratto tra OCLC ed il CIPE (Consorzio Interistituzionale Progetti Elettronici), il più grande consorzio universitario italiano. Il progetto prevede di far entrare su OCLC e dunque su WorldCat oltre 500 biblioteche (non solo universitarie) per ca 11 milioni di titoli.
  • sempre nel 2012 si conclude la prima fase del progetto per il caricamento dei dati del CBT (Catalogo Bibliografico Trentino) su OCLC. Un ottimo risultato come rilevano le statistiche finali.
  • dalla fine del 2012 e durante il 2013 vengono caricati i dati delle prime università CIPE: Siena e Genova. Anche in questo caso con ottimi risultati.
  • il 1-2 Agosto del 2014 si cambia sede. Ifnet si sposta in una bellissima nuova sede in Viale dei Mille, 164.
  • prosegue una importante serie di attività con OCLC, i cui membri italiani salgono a oltre 250.
  • nei giorni 10-11 febbraio 2015 si svolge a Firenze il 6. Congresso annuale di OCLC- EMEA, alla cui organizzazione Ifnet contribuisce in modo sostanziale; il congresso dal titolo The Art of Invention è un grande successo e vede la partecipazione di ca 350 bibliotecari provenienti da tutti i paesi europei dove OCLC è presente e da molte altre parti del mondo.
  • il 1 luglio 2016, dopo una trattativa di circa due anni OCLC acquisisce Ifnet che diventa di fatto la sua Agenzia nazionale sul territorio italiano; nuovo presidente di Ifnet/OCLC Italia è Eric van Lubeek, amministratore delegato Gabriele Lunati e consigliere Indy Singh. Tutto il personale è confermato nei propri incarichi e l’Ing Simone Falteri assume il ruolo di Technical manager. Qui la lettera rivolta ai nostri utenti e alle biblioteche italiane.
Facebooktwittermail