Cenno storico

OCLC_Logo_V_Color_NoTag

Fin dalle sue origini OCLC ha avuto lo scopo di aiutare le biblioteche ad accrescere le possibilità di conoscenza e di informazione. Questo scopo si è tradotto nella creazione di una base dati bibliografica e di una rete informativa tra le più importanti del mondo che include oggi una crescente quantità di biblioteche in ogni parte del mondo.

Ciò ha permesso a OCLC di svolgere un ruolo importante nella promozione all’uso della biblioteca e allo sviluppo di prodotti che vadano a beneficio sia della biblioteca che dei propri utenti. Nel 1967 le 54 biblioteche del campus dell’Universitá dell’Ohio si sono associate per dare vita all’Ohio College Library Center con lo scopo di sviluppare una rete regionale informatizzata e cooperativa.
Un articolo pubblicato su Biblioteche Oggi nel 1996 in occasione del 25esimo anniversario di OCLC può aiutarvi a ripercorrere la storia del suo catalogo (all’epoca denominato OLUC).

La base dati bibliografica di OCLC, il catalogo unico collettivo é nato nel 1971. Oggi la base dati, che si chiama WorldCat, cresce di un nuovo record ogni 10 secondi comprende centinaia di milioni di record bibliografici, con un incremento annuo documentato dalle statistiche aggiornate di OCLC.
Dal novembre 2012 l’interfaccia di Worldcat è disponibile in italiano grazie alla traduzione da parte di Ifnet.
Una analisi aggiornata delle caratteristiche di Worldcat.org è disponibile in un articolo del 2011, pubblicato sempre su Biblioteche Oggi.

Ai servizi di catalogazione in linea si sono aggiunti servizi, strumenti e prodotti che includono altre banche dati in linea di produzione commerciale, prodotti sw, il prestito interbibliotecario, i servizi di Reference digitale, la gestione dei documenti digitali e la loro conservazione.

Nel 1981 OCLC ha cambiato nome in On-line Computer Library Center Inc. e si è trasferita nella sua attuale sede a Dublin, Ohio, USA. Dal 2009 OCLC si è data una nuova organizzazione territoriale, cambiando anche completamente la propria struttura manageriale ripensata in una ottica di internazionalizzazione della rete.

Facebooktwittermail